Cosa vedere nella Catania barocca

Cosa vedere nella Catania barocca

Ideale per una vacanza all’insegna di arte e cultura, Catania è una città capace di riservare mille sorprese a chi la visita. Ricca di bellissimi palazzi, molti dei quali ideati e progettati da famosi architetti, il suo centro storico è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Soggiornare in un b&b a Catania centro può essere la soluzione migliore per visitarla in modo facile e agevole, anche perché Catania è una di quelle città che si girano meglio a piedi.

Non sarebbe male comunque prepararsi un piccolo itinerario, così da valorizzare al meglio i palazzi, le chiese e i monumenti che si hanno intenzione di visitare. Il Palazzo Biscari, ad esempio, è uno dei capolavori dell’arte barocca.

Sorge tra via Museo Biscari e via Dusmet, ed è il più imponente edificio privato di tutta la città. Per costruirlo vennero impiegati i più importanti architetti del XVII secolo, e ci vollero più di 100 anni per completarlo.

La sua fama la si deve al principe di Biscari, il quale, da cultore e amante della storia, dell’arte e dell’archeologia, vi apportò una serie di modifiche e abbellimenti che furono l’origine del prestigio e della fortuna del palazzo.

Molto suggestiva la Galleria degli Uccelli, caratterizzata dalla presenza di stucchi con scene a rilievo, così come il Salone delle Feste, in puro stile rococò, i cui affreschi celebrano la potenza e la gloria dei Biscari.

Molto particolare anche la chiesa di San Giuliano, ubicata di fronte al Collegio dei Gesuiti. Realizzata, come la maggior parte degli edifici catanesi, dopo il violento terremoto della fine del 1600, è stata probabilmente progettata dall’architetto Vaccarini, al quale si debbono la maggior parte delle costruzioni del “rinascimento” catanese, compresa la fontana di Piazza Duomo, sormontata dal “Liotru”, il simbolo e lo stemma della città.

Il liotru altro non è che una statua dalle fattezze di un elefante, che reca sulla propria schiena un obelisco egizio.

Assolutamente da visitare la Porta Garibaldi, conosciuta anche col nome di Porta Fernandea, o “U furtinu”, come lo chiamano gli abitanti di Catania. Venne costruita nel 1768 in onore delle nozze di Ferdinando IV di Borbone con Maria Luisa d’Austria.

Chi ha intenzione di trascorrere una vacanza a Catania, non può esimersi dal visitare anche l’intera regione, vi sono numerose strutture ricettive, alberghi e b&b in Sicilia dove poter alloggiare e godere di una vacanza rilassante e divertente.