Cosa vedere in Sardegna: in viaggio alla scoperta delle meraviglie Sarde

Cosa vedere in Sardegna: in viaggio alla scoperta delle meraviglie Sarde

Sebbene sia già una popolare meta turistica soprattutto da quando sempre più compagnie low cost hanno aumentato i collegamenti tra la Sardegna e il resto d’Europa, l’isola è ancora in gran parte da scoprire.

Una suggestiva tappa da non perdere è la Domus de Janas di Sedini, vicino a Sassari.

Sebbene la traduzione letterale sia “casa delle fate”, le domus de janas sono antichissime pietre sepolcrali risalenti al periodo preistorico sparse su tutta l’isola in genere in aperta campagna. La particolarità di Sedini, è che la sua domus de janas è in pieno centro storico, conferendo al posto un’atmosfera surreale.

Dirigendosi verso la costa centro-orientale dellisola si arriva nel territorio di Dorgali, dove il viaggiatore avrà solo limbarazzo della scelta su quale delle innumerevoli meraviglie naturali visitare.

Si trovano tutte intorno al paese, e consistono nelle bellissime grotte di Spinigoli, quelle del Bue Marino, il canyon di Su Gorroppu, il villaggio nuragico di Su Nuraghe Mannu, una Tomba di Gigante perfettamente conservata, la sorgente carsica di Su Gologone, e a soli pochi chilometri ci si può inoltrare verso il pittoresco paese di Orgosolo e ammirarne i murales a sfondo politico di cui è tappezzato.

La zona interna della Sardegna non è meno ricca di meraviglie da visitare, come le terme romane di Fordongianus, risalenti al I secolo a.C., dove i turisti possono sia passeggiare lungo gli impressionanti resti dell’insediamento imperiale che godersi il centro benessere costruito proprio accanto utilizzando le stesse sorgenti scoperte più di duemila anni fa.

Non lontano da Fordongianus, nel territorio di Abbasanta, da non perdere è il complesso archeologico del Nuraghe Losa, i cui reperti finora trovati permettono di stabilirne le fasi più antiche dalla fine dellEtà del Bronzo Medio al Bronzo Recente, dal XIV al XIII secolo a.C., con reperti risalenti allEtà del Ferro arrivando fino al periodo bizantino del VI-VIII secolo d.C.

Ricchissima di storia e siti archeologici, la Sardegna offre anche la possibilità di rilassarsi su spiagge tranquille con i benefici di un clima ideale da giugno a settembre.