Cosa vedere in Salento: copri le spiagge del versante adriatico

Scopri le spiagge del versante adriatico salentino

Le spiagge del versante adriatico salentino sono tantissime e non potrebbe essere altrimenti, se si considera che la sola costa adriatica salentina si estende per più di 60 Km.

La costa adriatica salentina: decine di chilometri di paesaggi straordinari

Il versante adriatico del Salento è ricchissimo di fascino: questo lungo tratto il mare si presenta pulitissimo e con delle splendide tonalità di azzurro; la costa alterna in modo molto suggestivo le scogliere a spiagge sabbiose, senza dimenticare le numerose, accattivanti costruzioni antiche che impreziosiscono in modo ulteriore questi paesaggi, come ad esempio le antiche torri di vedetta delle località appartenenti alla Marina di Melendugno.
Insomma, la scoperta del versante adriatico salentino richiede un percorso lungo e ricco di fascino: iniziamo questo viaggio!

Le località più vicine a Lecce: da Casalabate a San Cataldo

Partendo dall’estremità settentrionale del versante adriatico salentino è necessario citare anzitutto le località marittime più vicine alla città di Lecce, nell’ordine Casalabate, Torre Chianca, Frigole e San Cataldo.
Queste zone propongono in modo pressoché esclusivo dei tratti sabbiosi, davvero perfetti per la balneazione, e il loro mare sa rivelarsi straordinario sia per pulizia che per limpidezza, soprattutto a Torre Chianca e nelle spiagge limitrofe.
Merita senza dubbio una menzione speciale San Cataldo, località che è stata oggetto di molti interventi di riqualificazione negli ultimi anni e che è definita “la spiaggia dei leccesi”, distando appena 10 Km da Lecce.
Tutte queste località rappresentano una scelta ottima per chi soggiorna a Lecce, oltre ovviamente per chi risiede in questa graziosa città pugliese.

La Marina di Melendugno: da Torre Specchia a Sant’Andrea

Proseguendo a Sud si raggiunge la Marina di Melendugno, la quale comprende alcune delle più belle località di tutto il Salento.
Torre Specchia propone, tra diverse scogliere, un’ampia spiaggia balneabile; San Foca è un tratto composto da scogliere in modo pressoché esclusivo e la vicinissima Roca Vecchia è una vera icona per chi ama le coste di scogli più frastagliate: è proprio qui, infatti, che sorge la Grotta della Poesia, un luogo naturale davvero incantevole.
A pochi chilometri di distanza sorge la rinomata località di Torre dell’Orso, la quale sfoggia un’ampia spiaggia balneabile in cui si alternano lidi privati a spiagge libere, incastonata tra due alte scogliere laterali.
A rendere ancor più accattivante questo tratto vi è inoltre una rigogliosa pineta, di cui fruiscono abitualmente i bagnanti che scelgono la spiaggia libera, senza dimenticare due faraglioni situati a breve distanza dalla costa, denominati “le due sorelle”.
La marina melendugnese si completa con Sant’Andrea, un tratto di costa molto frastagliato che si rivela davvero suggestivo, anche grazie alla presenza di numerosi isolotti, e con la cosiddetta Specchiulla, una conca che propone un piccolissimo tratto di spiaggia sabbiosa a ridosso di un’alta scogliera.

Qui si potrà scegliere un villaggio turistico salentino in modo da godere appieno di tutte le bellezze naturali, architettoniche ed enogastronomiche del luogo.

Otranto e Castro: dagli Alimini alla Grotta Zinzulusa

Scendendo in basso lungo la costa si raggiunge la località Alimini, una zona balneare molto rinomata composta da ampie spiagge sabbiose, situata in prossimità degli omonimi laghi.
La località Alimini può essere definita come la zona balneare di Otranto, meta turistica molto rinomata che si trova pochi chilometri più avanti.
Proseguendo il viaggio verso meridione si arriva a Porto Badisco, un’altra località molto apprezzata da chi ama le scogliere, fino a raggiungere Santa Cesarea, zona molto rinomata per le sue terme e composta prettamente da scogliera, in cui il centro urbano sorge proprio a ridosso del mare.
Alcuni chilometri oltre si raggiunge la bellissima Castro, una località molto simile a Santa Cesarea e nota per la presenza della bellissima Grotta Zinzulusa, visitabile tramite delle suggestive escursioni organizzate a bordo di piccole imbarcazioni.

Il tratto più meridionale: dalla Marina di Andrano al Capo di Leuca

Anche la vicina Marina di Andrano sfoggia delle magnifiche scogliere, e proseguendo oltre si raggiunge la Marina di Tricase: oltre alla zona del porto merita senza dubbio una menzione Marina di Serra, laddove è presente la cosiddetta “piscina naturale”, un luogo in cui le scogliere ricreano un paesaggio assolutamente unico, il quale consente di fare il bagno circondati da scogli alti ed imponenti.

Paradisi di scogliera sono inoltre quelli appartenenti alla Marina di Guardiola e alla Marina di Novaglie, e proseguendo ulteriormente verso sud si raggiunge l’estremità geografica del Salento, ovvero il Capo di Leuca, la quale rappresenta di fatto il punto di unione tra le acque del Mar Adriatico e quelle del Mar Ionio.